Oriolo Romano 01010
lorenac.scrittrice@libero.it

Lorena Ciullo

"La vita è un sogno o il sogno è la vita? Se è così, leggere è la giusta via per vivere." Lorena Ciullo

Su Facebook

Su Fb troverai molte novità sulle mie prossime uscite, sugli storytellings e quant’altro. 

Su Instagram

Su Instagram  troverai molte novità sulle mie prossime uscite, sugli storytellings e quant’altro.

Su Youtube

Su Youtube troverai molte novità sulle mie prossime uscite, sugli storytellings e quant’altro.

LA MIA BIO GRAFIA

In questa pagina non mi soffermerò a raccontarvi della mia vita, ma la BIO della GRAFIA, ovvero come è nata in me la passione di scrivere e raccontare storie.

All’età di otto anni ebbi un sogno, che lasciò un segno indelebile nella mia esistenza. Nel sogno vivevo in una casa, posizionata su una collina, tutta circondata di fiori e arbusti profumati e variopinti. La casa era stata costruita perchè fosse luogo d’incontro di persone che, come me amavano raccontare storie, scriverle, recitarle e  cantarle. Per il resto della mia esistenza ho portato dentro di me il piacere che mi aveva lasciato quel sogno. All’età di 36 anni, avendo a disposizione dei liquidi, ho voluto investire sul mio sogno. Ho acquistato una porzione di collina, dove in seguito avrei costruito una casa, nella quale vivo attualmente con la mia famiglia. Nel paese dove si trova, poco distante la mia abitazione, c’è un’associazione Crescere con i libri, dove si condivide insieme letture, riflessioni e cultura. Il mio sogno era diventato realtà. 

Qualcosa su di me

Lorena Ciullo nasce il 29/04/1966 in Italia, a Roma. Attualmente vive a Oriolo Romano, con la sua famiglia e con i suoi gatti, in un ridente paese del viterbese, ricco di storia e di cultura. Lavora come insegnante da 21 anni nelle scuole primarie per scelta, in quanto crede nell’importanza di educare fin da bambini ad un’azione intellettuale riflessiva e consapevole. Per otto anni (dal 1975 1983) ha cantato come contralto nella corale Schola Cantorum, partecipando come voce bianca alle opere della Turandot e al Boris Goudonov, portate in scena al Teatro dell’Opera a Roma. Il profumo della cipria e della polvere del palcoscenico le sono rimaste indelebili nella memoria. Con la corale ha cantato un vasto repertorio di canti polifonici e gregoriani.  Nel 1984/1985 ha partecipato alla stesura di un copione teatrale e la messa in scena come aiuto regista, con la compagnia di Rosario Galli ( con il quale ha studiato per tre anni consecutivi) e la nota attrice teatrale e cinematografica Cinzia Leone. Tra gli spettatori ha avuto l’onore di avere la presenza dell’attore Silvio Spaccesi, carissimo amico di famiglia. Laureata in Filosofia alla Pontificia Università Gregoriana ha conseguito anche il Magistero in Scienze Religiose, nella medesima università in Roma. La tesi in filosofia, scritta nel 1993, “Aliquid superest. Dall’atto superstizioso all’atto di fede”, con il professor Paul Gilbert s.j., analizza l’opera filosofica di Maurice Blondel, l’Action.  Altra tesi scritta per il diploma in Magistero, ha per titolo: “Cristianesimo e Buddhismo zen”, conseguita nel 2002/2003 con il professor Micheal Fuss, esperto internazionale di religioni tradizionali e nuovi movimenti religiosi. Ha seguito i corsi di Scrittura Creativa alla Scuola Omero con i docenti: Paolo Restuccia e Paolo Valente tra il 2002 e il 2003.  Ha scritto diversi racconti brevi e ha partecipato ad alcuni concorsi letterari. Scrittrice poliedrica, ama spaziare nei vari generi. Amante del verde, si prende cura dei suoi 3500 mq di giardino, producendo talee e piante da seme e semi dalle piante. Ama leggere nel suo piccolo angolo di paradiso e scrivere. E’ proprio in questo contesto e con questa pratica agricola, che ha trovato ispirazione il suo romanzo green fantasy. Ama produrre olii essenziali, oleoliti e pomate alla calendula e alla lavanda, piante di sua produzione.
Prima di scrivere ama sperimentare, misurarsi e conoscere in modo pratico, per poter offrire al lettore l’attendibilità del contenuto. Da sempre crede che la scrittura e la lettura siano i due polmoni per la sua creatività.

Dove trovarmi su: Amazon

I

Dove trovarmi su: Youtube
Dove trovarmi su: Facebook
Dove trovarmi su: Instagram
Curiosand – land

“Il Monastero delle Erbolarie. Il destino di Healer”

C’è un Altrove nel quale vivono gli Erboristi, che sfruttano la natura per i loro fini, e gli Erbolari, che se ne servono rispettandola e non incidendo sul suo corso. Tra le due stirpi vi è una lotta, cruenta e intestina, che dura da sempre. L’Abate Asmodeus, dall’alto della sua tirannia, assoggetta a sé tutte le terre circostanti e prende possesso del Monastero a lungo conteso, facendolo divenire il suo personale regno oscuro. Eileen, Madre degli Erbolari, prova inutilmente a contrastare lo stradominio di Asmodeus, ma la sua missione fallisce miseramente e lei viene accusata di stregoneria e messa al rogo. Saranno le due figlie di Eileen, Healer e Ienis, a cercare di vendicare la morte della madre e a riprendere il dominio delle terre, riportando il Monastero tra le mani degli Erbolari. Un fantasy che vi lascerà senza fiato, emozionandovi e coinvolgendovi fino in fondo nelle vicende che vedono contrapposte queste due stirpi. Come finirà? Chi avrà la meglio? La luce vincerà sulle tenebre?

La Mappa della storia
Healer, la protagonista

Healer è un’erbolaria, figlia di Eileen, la Madre che guida la stirpe degli Erbolari

Asmodeus, l’antagonista

Asmodeus è un tiefling nato da un demone e dalla strega notturna Freja. Assedierà il Monastero mettendo in scacco gli erbolari. Nel suo destino però è presente una profezia, che non lo fa dormire sogni tranquilli.

Come è nata l’idea.

Questa trilogia nasce per l’amore che nutro nei riguardi della Natura, delle relazioni e della Vita.

Avviso ai Naviganti di Sogni.

Il Segreto del Successo.

Sono una scrittrice emergente e quindi parlare di successo, inteso come l’equivalente di “famosa” o di “arricchita” è fuorviante. Per me il Successo è stato ed è ancora adesso aver vinto la sfida con me stessa e aver trasforato un sogno, un desiderio, in realtà tangibile.
Il primo Successo quindi è stato quello di aver creduto in me fino alla fine, mettendoci la faccia, i sentimenti, oltre che il tempo e la preparazione. 
Cosa mi ha portato a questo successo? 
In primo luogo la motivazione. Ogni giorno mi ripetevo che potevo farcela e che era solo questione di tempo e volontà.
La motivazione è stato il motore del mio successo e della mia realizzazione. Grazie alla motivazione sono passata dal “voler diventare una scrittrice” ad “essere una scrittrice”. 
Certo, ho ancora molta strada da percorrere, l’ho detto all’inizio sono emergente e questo aggettivo nasconde tutto il fascino del futuro, di come evolveranno le cose. Dalla mia continuo con impegno costante a scrivere, ad approfondire e ad aggiornarmi.
Ma come sono arrivata a questo punto?

Curiosità e approfondimento

Se lasci che i canali percettivi restino aperti, senza temere di essere ferito, là fuori, ed intendo fuori di te, scoprirai che ci sono mondi incredibili da scoprire, conoscere e accogliere. Gli ingredianti per arrivare a questo, sono: la voglia di conoscere, e
approfondire questa conoscenza (segue )

articolo…
Leggere come respirare

Avrete sentito più e più volte di scrittori che consigliano di leggere, perchè solo così nutriamo lo spirito. Quindi, anch’io ti dico che se vuoi imparare a scrivere è neecessario che tu legga tanto e di tutto Devi scoprire il piacere di leggere, perché solo così potrai trasmetterlo quando scriverai qualcosa che dovrà legare il lettore a te. (segue)

articolo…
Scrivi

Per imparare a scrivere devi scrivere. Sì lo so è tautologico “A=A”, ma se vuoi scrivere non procrastinare. Deciditi e comincia a scrivere. Cosa?
Tutto ciò che ti passa per ma mente. Prendi un quaderno comodo e una penna da portarti sempre con te. Hai un’idea? appuntala sul quaderno. Hai appena ascoltato un dialogo, che ti ha incuriosito? Appuntatelo.
(segue)

articolo…
Studia

Non credere a chi ti dice: “Io scrivo di getto senza una preparazione”. Su quel genere di persone ci sono solo tre risposte: a) ti sta dicendo una bugia; b) se è vero non andrà molto lontano; c) se è vero c’è qualcuno che scrive per lui.  Se vuoi scrivere devi conoscere in quale mare vuoi tuffarti e quali strumenti adoperare per sopravvivere. (segue) 

articolo…

Recensioni

Alcune recensioni

Ecco cosa dicono alcuni lettori di “Il Monastero delle Erbolarie

“Il tuo romanzo mi ha emozionato, perchè l’ho visto nascere sotto i miei occhi. Quando è arrivato a casa, scartandolo ho avuto una buona sensazione olfattiva. Il tuo romanzo profuma di erbe aromatiche. Appena l’avrò finito di leggere ti invierò la recensione”

Paola

docente

“Avevo comprato l’ebook, ma poiché è una storia veramente avvincente, ho voluto anche il cartaceo per avere qualcosa tra le mani da poter toccare più da vicino i personaggi.” 

Giorgia

docente

“Mamma sono molto  orgoglioso di te e mi sento emozionato. Ti prometto che lo leggo, voglio assolutamente una copia tutta mia.”

Gabriele

vita mia

Inviami la tua recensione

email

Alcuni personaggi del Romanzo

Il successo di un romanzo lo fa, nel buon 70% i personaggi che l’Autore costruisce, il resto 30% è dato dall’ambientazione, dai dialoghi e dalla storia stessa.

L’Antica Quercia

La sede delle Madri

Healer
Protagonista
Asmodeus
Antagonista
Ienis, la sorella gemella di Healer
Eileen, la Madre
Dalen, il mezz’elfo
Darius, il monaco
Elanor, signore di Edhel

Novità

In questa sezione scoprirete le mie news.  a) I miei nuovi progetti  b) Storytelling del mio vivere quotidiano c) Le mie letture e recensioni d) Le mie riflessioni estemporanee.

Contatti 

Contattami se vuoi comunicare una tua recensione, se desideri far parte di una email list con la quale sarai avvisato ogni volta che ci sarà qualche novità.  Grazie per essere passato per il mio blo. Alla prossima.

“Il Monastero delle Erbolarie” è un romanzo che va assaporato lentamente, come un buon whiskey d’annata. Non va bevuto tutto d’un fiato, ma sorseggiato, per assaporarne il profumo e il gusto delle sfumature, che lo contraddistinguono e lo fanno risultare unico nel suo genere.” Pierluigi

["Il Monastero delle Erbolarie" è un romanzo che va assaporato lentamente, come un buon whiskey d'annata. Non va bevuto tutto d'un fiato, ma sorseggiato, per assaporarne il profumo e il gusto delle sfumature, che lo contraddistinguono e lo fanno risultare unico nel suo genere."]
Estratto

Il Monastero delle erbolarie. Il destino di Healer.


«Con sentenza definitiva, dichiariamo e giudichiamo Eileen eretica, sacrilega e malefica; a capo della setta delle Erbolarie e condannata, come persona diabolica, secondo il comando della Sacra Legge Imperiale e dell’Abate Asmodeus, alla pena capitale, con esecuzione immediata. L’Abate Asmodeus e il Capitolo dei 7. Monastero degli Erboristi, anno 1275 dopo la Caduta di Camlost.»
(segue)

continua…